News

BONUS STRADIVARI 2017

Bonus Stradivari 2017

 

Fino a 2.500 euro per l’acquisto di un nuovo strumento

La legge di bilancio 2017 ha confermato anche per l’anno in corso l’erogazione del BONUS STRADIVARI, lodevole iniziativa inaugurata nel 2016, modificando l’entità del contributo e ampliando la platea a cui esso si rivolge.
Come cambia il contributo nel 2017
II contributo spetta una tantum per gli acquisti di strumenti musicali effettuati nel 2017, per un importo non superiore al 65% del prezzo finale (iva inclusa) e per un massimo di 2.500 euro. Si innalza quindi il limite massimo del contributo ma lo si limita a una percentuale sul valore totale dello strumento per prevenire abusi e utilizzi impropri del bonus. Lo strumento deve essere inerente al proprio corso di studio come comprovato dai documenti che lo studente è chiamato a produrre. Agli studenti che hanno già beneficiato della agevolazione per l’acquisto di uno strumento musicale nel 2016, lo sconto spetta al netto del contributo già fruito.

Ampliamento dei beneficiari
Da quest’anno saranno ammessi gli studenti iscritti a:

  • ai licei musicalie ai corsi preaccademici
  • ai corsi del precedente ordinamento
  • ai corsi di diploma di I e II livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali, delle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica.

 

Fondi disponibili
15 milioni di euro assegnati in ordine cronologico a partire dal 20 aprile 2017

 

Per chi compra: come utilizzare il bonus

Gli studenti interessati dovranno rivolgersi al rivenditore di strumenti musicali e dimostrare la frequentazione di un percorso di studio ammesso alla fruizione del contributo presentando il certificato di iscrizione corredato di tutti i dati identificativi del richiedente. Lo strumento acquistato dovrà essere coerente al percorso di studi risultante dalla documentazione prodotta.

 

Per chi vende: come avviene lo sconto
Anche per il 2017 lo sconto sul prezzo di vendita diventa un credito d’imposta per il rivenditore o produttore. Prima di concludere la vendita, l’esercente deve comunicare il proprio codice fiscale, quello dello studente e dell’istituto che ha rilasciato il certificato di iscrizione, lo strumento musicale, il prezzo di vendita comprensivo del contributo e dell’Iva. Le comunicazioni devono essere effettuate a decorrere dal 20 aprile 2017 utilizzando i canali telematici Entratel o Fisconline, anche tramite intermediari. II sistema telematico rilascerà apposita ricevuta attestante la fruibilita o meno del credito di imposta. A partire del secondo giorno lavorativo successivo alla data di rilascio della ricevuta, il credito d’imposta e utilizzabile in compensazione presentando il modello F24 esclusivamente tramite i servizi telematici Entratel o Fisconline e indicando il codice tributo 6865.

 

A titolo indicativo segnaliamo alcuni marchi distribuiti da Frenexport che potrebbero essere oggetto del bonus:

  • CUENCA (chitarre classiche)
  • SOUNDSATION (chitarre, strumenti ad arco, fiati, percussioni, batterie elettroniche)
  • PEACE (batterie, percussioni)
  • BLADE (chitarre elettriche)
  • DBZ (chitarre elettriche)
  • DOWINA (chitarre acustiche)
  • LEVINSON (chitarre acustiche)
  • MEDELI (piano digitali)

 

Scarica il documento completo: Vademecum Stradivari 2017

Iscriviti alla Newsletter. Rimani sempre aggiornato su prodotti e notizie